Associazione per la Matematica Applicata
alle Scienze Economiche e Sociali
     Clicca qui per aggiungere il sito dell' AMASES tra i tuoi preferiti  21/12/2014 - 2:46:

 Fai clic qui per restringere la finestra Riviste


Riviste

  • September 10, 2009
    Guida ponderata delle riviste scientifiche di settore che possono rivestire interesse per i ricercatori nell’ambito della Matematica Applicata alle Scienze Economiche e Sociali .


  • January 13, 2005 ( documento approvato dal CS 10 giugno 2005 )
    Guida ponderata delle riviste scientifiche di settore che possono rivestire interesse per i ricercatori nell’ambito della Matematica Applicata alle Scienze Economiche e Sociali .


  • Friday, May 14, 2004 12:47 PM
    Caro Socio, per opportuna conoscenza, allego la relazione finale elaborata da un gruppo di lavoro costituito da Silvana Stefani (coordinatore), Franco Gori, Emilia Di Lorenzo, Fulvio Ortu e Antonio Villanacci che ha esaminato la problematica in oggetto su incarico del CS di AMASES.
    I commenti possono essere veicolati al gruppo rivolgendosi alla collega Stefani.Ti ricordo il suo indirizzo:silvana.stefani@unimib.it.

    Cordiali saluti.
    Achille Basile


  • Friday, May 21, 2004 7:38 PM
    Illustri Consoci,
    nell'ambito dell'attività dell'AMASES un Gruppo di lavoro, su mandato del Comitato Scientifico dell'Associazione, ha preparato un documento, teso all'individuazione delle migliori Riviste scientifiche per le discipline che maggiormente ci riguardano, il che può tornare utile ai ricercatori per la migliore collocazione dei risultati dei loro studi.
    Io ho ricevuto il testo di tale documento qualche giorno fa e ritenevo che mi fosse stato inviato per opportuna conoscenza in vista dei lavori del Comitato Scientifico che si riunirà il prossimo 18 giugno e che mi vedrà (spero) presente, dato che le conclusioni di tale Gruppo di lavoro, che ha svolto un compito istruttorio, dovranno essere esaminate collegialmente, discusse ed eventualmente approvate, con o senza modifiche, dal Comitato, che darà poi conto all'Assemblea dei Soci il 9 settembre p.v. Riguardo a tali conclusioni io ho preparato alcune osservazioni critiche, non condividendo alcune impostazioni, e Le ho trasmesse ieri al Segretario Generale, ai membri del Comitato nonché a quelli del Gruppo di lavoro, rinviando la discussione anche di tali mie osservazioni alla riunione di Comitato.
    Soltanto oggi ho saputo, parlando con alcuni Soci, che il Segretario Generale ha inviato per conoscenza a tutti i soci il documento che - ripeto
    - dovrà essere discusso ed eventualmente approvato dal Comitato. Potrebbe ravvisarsi in questa comunicazione generalizzata una precipitazione e fretta eccessiva (tutti i soci prima del Comitato in veste deliberante!!!!), ma desidero vedere in ciò l'aspetto positivo, quella della massima trasparenza verso i Soci dei lavori degli Organi deliberanti dell'AMASES, non soltanto a consuntivo ma addirittura "in itinere". Ma allora, per una ovvia simmetria (o, se volete, "par conditio") mi sento moralmente obbligato - per rispetto verso di Voi che dovete avere l'informazione completa della vicenda per essere pronti a giudicare e deliberare in assemblea (la cosa riguarda invero l'ambito di attività ed i compiti istituzionali dell'Associazione: quindi materia statutaria) - a trasmettere in attachfile a Voi tutti, che avete ricevuto il documento istruttorio, le "osservazioni critiche" del Presidente su di esso, senza pretesa di imporre autoritariamente un punto di vista ma soltanto come base di futura discussione su un argomento molto importante per l'AMASES e per l'attività della professione di noi docenti universitari.

    Vi ringrazio per l'attenzione e Vi invio saluti cordiali
    Ernesto Volpe di Prignano

  • Wednesday, May 26, 2004 12:09 PM
    Caro Ernesto,
    e p.c. Cari Soci AMASES,
    consapevole che solo "non facendo" si e' sicuri di "non sbagliare" e che di cose per l'Associazione il segretario ne deve fare tante (col che la probabilità di sbagliare certo non diminuisce), sono andato a rivedere gli atti che sono alla base delle "doglianze" in merito ai seguenti punti estratti dal messaggio sottostante.

    * "... Io ho ricevuto il testo di tale documento qualche giorno fa e ritenevo che mi fosse stato inviato per opportuna conoscenza in vista dei lavori del Comitato Scientifico che si riunirà il prossimo 18 giugno e che mi vedrà ..."
    * "... Soltanto oggi ho saputo, parlando con alcuni Soci, che il Segretario Generale ha inviato per conoscenza a tutti i soci il documento che - ripeto - dovrà essere discusso ed eventualmente approvato dal Comitato. Potrebbe ravvisarsi in questa comunicazione generalizzata una precipitazione e fretta eccessiva (tutti i soci prima del Comitato in veste ..."

    Ecco cosa risulta.
    Naturalmente, questo messaggio si limita, come dire, a guardare gli "aspetti burocratici".
    Nel merito del documento sulle riviste e sui contenuti della tua conseguente lettera ho le mie idee che, eventualmente, ma come tutti i soci, esporrò quando opportuno.

    Affettuosi saluti,
    Achille Basile

    1. Istituzione gruppo lavoro.
    Verbale Comitato Scientifico AMASES Roma, 1/02/2003 ore 12:00, Dipartimento di Matematica per le Decisioni Economiche Università "La Sapienza"

    OMISSIS
    Risultano presenti i Proff. Ernesto Volpe di Prignano (Presidente), Achille Basile (Segretario), Giorgio Giorgi, Franco Gori, Flavio Pressacco, Silvana Stefani, Aldo Ventre. E' assente il Prof. Bruno Girotto.
    OMISSIS
    ... Al termine di un esame molto approfondito, il Comitato Scientifico delibera:
    - di istituire un gruppo di lavoro, coordinato dalla Prof.sa Stefani e composto dai soci Emilia Di Lorenzo, Franco Gori, Fulvio Ortu e Antonio
    Villanacci, che abbia il compito di presentare al Comitato Scientifico dell'Associazione una "guida ponderata delle riviste scientifiche dei settori di interesse dell'Amases".

    2. Il. lavoro viene portato a conoscenza del CS.
    Oggetto: Commissione Riviste
    Data: Wed, 21 Jan 2004 11:28:59 +0100
    Da: Achille Basile <basile@unina.it>
    A: brunog <brunog@econ.univ.trieste.it>, ggiorgi <ggiorgi@eco.unipv.it>, "silvana.stefani" <silvana.stefani@unimib.it>, volpe <volpe@scec.eco.uniroma1.it>, Franco Gori <fgori@cce.unifi.it>, "aldo.ventre" <aldo.ventre@unina2.it>, "flavio.pressacco" <flavio.pressacco@dfimf.uniud.it>

    Carissimi,
    invio la relazione preparata da Silvana Stefani in merito al lavoro svolto dalla commissione sulle riviste: punto 9 all'odg.
    ac

    3. Invito a diffondere.
    Verbale Comitato Scientifico AMASES Roma, 7/02/2004 ore 11:00, Dipartimento di Matematica per le Decisioni Economiche Università "La Sapienza"

    OMISSIS
    Risultano presenti i Proff. Ernesto Volpe di Prignano (Presidente), Achille Basile (Segretario), Giorgio Giorgi, Bruno Girotto, Franco Gori,
    Flavio Pressacco, Silvana Stefani. E' assente giustificato il Prof. Aldo Ventre.
    OMISSIS

    9) "Guida ponderata delle riviste scientifiche dei settori di interesse dell'Amases".
    La prof. Stefani illustra la relazione (all. 5) conclusiva del gruppo di lavoro da lei coordinato sul tema in questione. La relazione, peraltro, era già stata inviata per e-mail a tutti i membri del Comitato Scientifico.
    Il Comitato Scientifico esprime grande apprezzamento per il lavoro svolto dai componenti il gruppo di lavoro (Emilia Di Lorenzo, Franco Gori, Fulvio Ortu, Silvana Stefani e Antonio Villanacci) ed invita il segretario a diffondere la relazione tra i soci allo scopo di valutare eventuali suggerimenti prima della stesura di un documento definitivo.

    4. Messaggio del Segretario.
    Oggetto: a proposito di riviste nei settori d'interesse AMASES
    Data: Fri, 14 May 2004 10:47:49 +0000 (GMT)
    Da: "Achille Basile Dip. Matematica e Statistica" <basile@unina.it>
    A: Soci AMASES con lista soppressa.

    Caro Socio,
    per opportuna conoscenza, allego la relazione finale elaborata da un gruppo di lavoro costituito da Silvana Stefani (coordinatore), Franco Gori, Emilia Di Lorenzo, Fulvio Ortu e Antonio Villanacci che ha esaminato la problematica in oggetto su incarico del CS di AMASES.
    I commenti possono essere veicolati al gruppo rivolgendosi alla collega Stefani.
    Ti ricordo il suo indirizzo:
    silvana.stefani@unimib.it.
    Cordiali saluti
    Achille Basile

    5. Conclusioni.
    Lasciate a chi legge.

  • Thursday, May 27, 2004 5:49 PM
    Caro Achille,
    porgo una breve replica alle Tue controdeduzioni alla "lettera del Presidente......" inviata a Te ed ai membri del CS e del Gruppo di lavoro che ha operato per l'elenco delle riviste da segnalare agli studiosi del ns. settore disciplinare, nonché per conoscenza a tutti i soci amases, in armonia con lo spirito di pubblicizzare verso di loro le tappe di questo dialogo a distanza.
    In tali controdeduzioni Tu in modo mirabile e preciso citi i precedenti sull'argomento al fine di dimostrare:
    * che hai proceduto nel pieno rispetto ed in esecuzione dei deliberati del Comitato Scientifico;
    * che io dovevo essere a conoscenza delle varie fasi dei lavori e dei  risultati proposti da tale Gruppo.
    Penso che Tu sei riuscito pienamente nello scopo ed io qui espongo alcune argomentazioni giustificative di un mio comportamento che potrebbe sembrare contraddittorio:
    * il CS Ti aveva invero affidato tale incarico nel febbraio '04. Forse abbiamo sbagliato a non approfondire il tema ed i risultati prima di una diffusione generalizzata che ha dato l'impressione del "de iure condito" anziché del "de iure condendo" quale era nello spirito dei lavori (ma non ben chiarito), atteso che delibere su tali temi possono essere bombe a scoppio ritardato per l'amases e per il nostro ambiente universitario e non possono non essere ratificate dalla totalità degli studiosi interessati che siano anche soci amases.
    * io ho partecipato alle riunioni del CS che ha deliberato su tale attività e l'apparente contraddizione con quanto da me esposto nella "lettera del Presidente..." trova attenuazioni e giustificazioni nei seguenti punti:
    * nelle riunioni di CS il ruolo del Presidente, essenzialmente con compiti di garanzia, non coincide completamente con quello pienamente deliberante dei membri del CS;
    * la lettura della seconda edizione del documento del Gruppo, non più firmata dalla collega Stefani ma con paternità collegiale di tutti i componenti, unitamente ad alcuni colloqui con soci esterni al CS, mi hanno portato ad un ripensamento ed a riflessioni critiche su tale documento; ho allora ritenuto (in base al motto: "errare humanum est, perseverare diabolicum") che il fatto di aver partecipato alla votazione favorevole sul documento non dovesse impedirmi di esternare, nell'interesse dell'amases (con una vivacità ed una impetuosità che forse mi ha portato ad alcune sbavature, errori, imperfezioni e quant'altro, di cui chiedo scusa), tali osservazioni critiche, beninteso non come un veto autoritario ma soltanto come spunto di riflessione in vista di una ratifica che, su un tema tanto importante per la vita dell'associazione e dei rapporti col mondo universitario, non può che essere di competenza della totalità dei soci nelle sedi appropriate.
    Il Gruppo di lavoro, al quale comunque dobbiamo essere grati per il minuzioso ed approfondito lavoro svolto, deve convenire che il suo documento, se accettato come regola generale da parte degli studiosi del campo di attività dell'amases, darebbe luogo a molti inconvenienti, storture, limitazioni e lacune. Ma sussiste soprattutto il pericolo di equivoci di interpretazione che porterebbero a fraintendimenti sul ruolo dell'amases in sé e nei rapporti con le attività universitarie. I problemi riguardanti tale connessione sono molto delicati e mi vedono particolarmente sensibile perché sono troppi anni che io lotto, come membro del CS e poi come Presidente, affinché l'indipendenza scientifica
    dell'amases non venga attaccata dalle esigenze e dalle problematiche di bassa lega provenienti da vicende universitarie. Quante volte qualche collega universitario mi ha invitato ad usare i miei poteri istituzionali nell'amases per dirimere alcune questioni particolari, attinenti a concorsi, a raggruppamenti disciplinari, ecc.(tutte cose estranee all'amases), soltanto perché le istituzioni universitarie non hanno sistemi seri di autodifesa e di autocontrollo! E puoi immaginare il trauma per le mie dissestate coronarie innanzi a simili inviti!
    Come già anticipato, invio per conoscenza ai soci amases questa mia replica, così come fatto per i precedenti documenti. Tale trasparenza anche "in itinere" è inusuale nella tradizione dell'amases, ma rispecchia l'evoluzione dei tempi riguardo ad una sempre maggiore diffusione dei fatti con un vasto uso dei mass-media (qui l'email) e in questo caso non viene inopportuna per la straordinaria importanza del tema riguardo all'amases ed ai suoi rapporti col mondo scientifico universitario.
    Nessuno si deve dolere né offendere se dibattiamo le idee con la massima schiettezza. Sarò ben felice se le Tue controdeduzioni saranno ritenute convincenti dai soci che mettano quindi "in non cale" la mia lettera, perché così si dissipa la mia paura di un danno per la vita associativa.
    Non mi dispiacerò se mi si dimostra che ho sbagliato tutto, perché tutti siamo fallaci ma le mie intenzioni sono buone e non inquinate da secondi fini.
    Auspico, in conclusione, che la cosa si risolva al meglio con il consenso dei soci che vedano nei nostri provvedimenti un vantaggio per essi, come studiosi, e per l'associazione che rappresentiamo.
    Con profonda stima e gratitudine per la Tua collaborazione a trovare la migliore soluzione nella questione in esame, ti invio i saluti più cordiali

    Ernesto Volpe di Prignano

  • lunedì 17 maggio 2004 8.47
    Ringrazio la commissione per il lavoro che ritengo sia stato onerosissimo e molto utile per tutti noi.
    Ovviamente nessuno conosce tutto di tutto; è quindi facile prevedere che vi saranno suggerimenti di intregrazione. Da parte mia inserirei  CEJOR (Central European Journal of Operations Research) edito da Physica-Verlag, per la sua notevole diffusione e per l'abbondanza di articoli su temi di interesse per l'AMASES.
    Best regards
    Gianfranco (Gambarelli)

     
  • lunedì 17 maggio 2004 10.20
    Ho letto la vostra relazione e mi complimento per l'ottimo lavoro.
    L'unica perplessità consiste nel considerare  Transportation Research fra le riviste importanti per il nostro settore.
    Grazie ed a presto,
    Andrea Consiglio

     
  • lunedì 24 maggio 2004 16:59
    Facciamo pervenire qualche commento sulla relazione conclusiva del gruppo di lavoro che si è occupato dell'individuazione di alcune linee guida per delineare almeno i contorni del problema della valutazione della produzione scientifica.

    1) Non si dovrebbe avere innanzitutto la pretesa di fare degli elenchi esaustivi di riviste pertinenti il settore, in quanto la pertinenza andrebbe valutata in base al singolo lavoro e non alla rivista su cui esso viene pubblicato. Ad esempio un lavoro di ottimizzazione o di teoria dei giochi pubblicato su una rivista “top” quale i “Transactions of the American Mathematical Society” o il “SIAM Review” verrebbe considerato non pertinente?
    Inoltre, se davvero si volesse stilare un elenco di riviste “ammissibili”, ci pare che l'elenco presentato sia alquanto lacunoso, anche tenendo conto del criterio di appartenenza ai data base MSN e JEL.

    2) Per quanto invece concerne i singoli sotto-settori disciplinari, segnaliamo che non compare il settore 49-xx della MSC, ossia “Calculus of Variations and Optimal Control; Optimization”. Tutto ciò che è “dinamico”, non viene dunque considerato pertinente? Ancora, perché non figurano i sotto-settori 91cxx e 91dxx della MSC? Se non erriamo, la nostra Associazione si chiama AMASES, acronimo che sta per Associazione per la Matematica Applicata alle Scienze Economiche e Sociali.

    3) Ci pare che nella classificazione delle riviste non si sia tenuto conto di quella operata dall'ISI, basata su “impact factor”. Ad esempio, Mathematical Programming ha IF 1,012, il Siam Journal on Control and Optimization ha IF 1,35, il SIAM Journal on Optimization ha IF 1,086 ma tra le riviste “top” risulta solo Mathematics of Operations Research il cui IF è 0,885.

    Abbiamo dato un'occhiata un po' più particolareggiata al settore di cui ci occupiamo. A questo punto ci viene il dubbio che analoghi “difetti” possano essere attribuiti anche ad altre aree di ricerca, nelle quali siamo meno competenti.
    In base a quanto frettolosamente delineato sopra, abbiamo l'impressione che il lavoro debba essere ulteriormente approfondito. Se così non fosse, c'è il rischio che qualcuno eccepisca la magnificazione di certe aree (e di certi canali di pubblicazione) a detrimento di altri settori. Questo sarebbe oltremodo antipatico e dannoso per la nostra Associazione.
    Cordialmente,

    Giorgio Giorgi
    Elena Molho

     
  • martedì 1 giugno 2004 17.44
    Scrivo per segnalare una pubblicazione utile ai fini della discussione sulla "Guida ponderata delle riviste..".
    Mi riferisco al recente numero monografico del Journal of the European Economic Association (JEEA), pubblicato nel dicembre 2003, dedicato ad una valutazione dello stato della ricerca in Europa. In alcuni dei lavori pubblicati in questo numero si costruiscono sia graduatorie relative ai dipartimenti di economia, su scala europea e mondiale, che graduatorie concernenti l importanza relativa delle riviste di economia. Almeno due di queste ricerche sono rapidamente diventate un punto di riferimento in letteratura. Si tratta della ricerca di
    - P. Kalaitzidakis, T. Mamuneas, T. Stengos, "Rankings of Academic Journals and Institutions in Economics" Journal of the European Economic Association, 2003, 1, 1346-1366;
    - M. Lubrano, L. Bauwens, A. Kirman and C. Protopopescu: "Ranking Economics Departments in Europe: A Statistical Approach" Journal of the European Economic Association, 2003, 1, 1367-1401.

    Poiché molte delle riviste incluse nella Lista delle riviste sono considerate anche nei suddetti ranking credo sia opportuno valutarne, naturalmente con spirito critico e con indipendenza, la congruenza (vd. ad es. il caso di Finance and Stochastics, che ottiene un ranking molto basso da Lubrano et al.).
    Grazie
    Costanza Torricelli

     
  • domenica 6 giugno 2004 11.11
    oltre a CEJOR (di cui ho già scritto) segnalo la rivista Homo Oeconomicus (HOEC) che da tempo sta adottando metodi matematici in varie applicazioni economiche e sociali.

    Un caro saluto
    Gianfranco (Gambarelli)

     
  • giovedì 10 giugno 2004 9.35
    volevo segnalare un paio di riviste:

    1) Journal of the Operations Research Society
    2) 4OR

    La prima è la rivista nazionale inglese ed è un pezzo di storia.
    La seconda è la rivista nazionale congiunta di Italia, Francia e Belgio.
    Sono allo stesso livello di CEJOR, che è inclusa. (anche OR-Spektrum non è male, è quella tedesca).

    Un caro saluto, Stefano Benati
     
  • giovedì 17 giugno 2004 23.08
    riguardo al tema delle riviste
    Anna Agliari mi segnalava:
    "Nonlinear Analysis Theory: Theory, Methods and Applications (nota come TMA)"
    e io segnalerei:
    "International Journal of Computational and Numerical Analysis and Applications (IJCNAA)"

    Grazie
    Maria Letizia Guerra

     
  • lunedì 5 luglio 2004 15.35
    allo scopo di essere anche propositivi e non solo critici (ricordiamo però che non era nostra intenzione criticare i membri della Commissione a livello personale), inviamo un elenco di riviste (con il relativo impact factor) che, a nostro parere, andrebbero aggiunte a quello già redatto, con l'auspicio che tale elenco possa rimanere aperto ad integrazioni future. Abbiamo guardato specificamente solo a riviste che trattano temi di programmazione matematica riconducibili nella relazione alla macroarea D. Abbiamo consultato le voci “Applied Mathematics” e “Operations Research” dell'ISI, con l'integrazione di una rivista che appare su MSN senza impact factor, selezionando le riviste anche sulla base della nostra esperienza personale.

    Per quanto riguarda le riviste “top” non ci è chiaro quale criterio sia stato usato nella relazione. Sicuramente nella macroarea D l'impact factor, pur con i ben noti limiti, riflette abbastanza il valore delle riviste. Segnaliamo quindi che, almeno alla pari di Mathematics of Operations Research, andrebbero considerati Mathematical Programming e le varie riviste SIAM.

    APPL MATH MODEL 0,403
    ASIA PAC J OPER RES 0,457
    CALC VAR PARTIAL DIF 1,011
    COMMUN PUR APPL ANAL 0,581
    COMMUN PUR APPL MATH 2,25
    CONTROL AND CYBERNETICS 0,1
    EUR J APPL MATH 0,985
    FUNCT ANAL APPL+ 0,291
    J CONVEX ANALYSIS 0,51
    J MATH PURE APPL 1,122
    J OPER MANAG 1,795
    J OPER RES SOC 0,416
    J OPER RES SOC JPN 0,164
    J PURE APPL ALGEBRA 0,52
    NAV RES LOG 0,368
    NONLINEAR ANAL-REAL 0,257
    NONLINEAR ANAL-THEOR 0,354
    NUMER FUNC ANAL OPT 0,616
    OPTIM CONTR APPL MET 0,378
    OPTIM METHOD SOFTW 0,306
    OPTIMIZATION 0,206
    OR SPECTRUM 0,49
    POSITIVITY 0,5
    RAIRO-OPER RES 0,17
    SET-VALUED ANAL 0,78
    SIAM J MATH ANAL 1,031
    SIAM J MATRIX ANAL A 0,913
    SIAM REV 3,529
    UTILITAS MATHEMATICA 0,099
    J INF OPTIM SCI MSN

    I nostri più cordiali saluti

    Giorgio Giorgi
    Elena Molho